Blog#8

Ho completato il dipinto La donna alta in acrilico su tela, grande 200×80 cm. Ho voluto utilizzare l’ultimo lembo di tela che avevo appoggiato alla parete dello studio (in maniera molto precaria). E’ nata così la donna alta, una figura che fluttua su una superficie stretta che la contiene in tutta la sua interezza. Sul corpo, elementi naturali sintetizzati in simboli quasi tribali che decorano la sua pelle. Pelle celeste come il cielo che fino a poco fa molti potevano guardare solo attraverso un ritaglio geometrico tra le mura di casa. Un omaggio al cielo sopra le nostre teste, aperto davanti alla vastità dell’universo.

I finished the painting Tall woman, acrylic on canvas, 200×80 cm. I wanted to use the last piece of canvas that I had stored in a long roll on my studio’s wall (in precarious balance). That’s how the tall woman was born, a figure fluctuating on a thin surface containing her whole. On her body, natural elements synthesized in tribal symbols decorating her skin. Blue skin like the sky, that since no long ago and for others still, could only be seen from a geometric cut out from the home’s walls. An homage to the sky above our heads, facing the vastity of the universe.

Dettagli

Illustrazione

Disegnare tra i confini di una figura è diventata la mia cifra comunicativa. Inglobare e isolare l’insieme di linee all’interno di una silhouette mi aiuta a veicolare meglio il mio pensiero e la mia visione delle cose. Nelle mie immagini cerco di esplorare un’altra idea di corporeità fatta di natura e bellezza. Chissà cosa succederebbe se aprissi i confini delle silhouette per far fuoriuscire quello che è chiuso dentro.

Drawing inside shapes became my stylistic figure. To incorporate and isolate the multitude of lines inside a silhouette helps me to better deliver my thoughts and my view on things. In my images I try to investigate a new idea of corporality made of nature and beauty. I’m wondering what would happen if I opened the confines of my silhouettes to let the inside come out.

Testa foresta II
Angolo di casa con gatto e opere

Fuori lo studio

Produzione di cappelletti vegetariani, utilizzando le soft skill di Franz (aka Nonna Franz). Ripieno delle verdure del brodo (zucchine, carote, verza) strizzate e impastate con noce moscata, pangrattato e parmigiano.

Handmade vegetarian cappelletti, using Franz’s soft skills (aka Nonna Franz). Stuffing made with broth’s vegetables (zucchini, carrots, savoy cabbage) squeezed and mixed with nutmeg, breadcrumbs and parmigiano.

Molto lontano dallo studio

Passeggiata in Vallarsa con un verde accecante.


Margherita